Il terremoto del 24 agosto 2016 non è ancora finito

Fino al 24 agosto 2016 in Italia c’erano da 20 a 60 eventi sismici al giorno. Da quel giorno in poi 10 volte di più, e non è ancora finita.

Qui sotto la geolocalizzazione con Excel degli ultimi 4 mesi dell’anno, riassunti in 3 minuti:

Armi e morti: i freddi numeri

Credo sia sempre necessario dare una occhiata anche ai freddi numeri, specie quando si parla di argomenti scottanti. Ti riporto quindi una tabella riassuntiva dei dati disponibili su Wikipedia. Non sono dati perfetti, ma possono servire come primo approccio. Trai tu le tue conclusioni, se vuoi.

Primi 10 paesi in ordine di possesso d’armi da fuoco:

Data per 100.000 residents Deaths x
Country Firearm deaths Firearms 100.000 firearms
 United States 9,00 88.800 10
 Serbia 3,90 58.200 7
 Switzerland 6,40 45.700 14
 Cyprus 0,83 36.400 2
 Finland 3,64 32.000 11
 Uruguay 3,24 31.800 10
 Sweden 1,47 31.600 5
 Norway 1,78 31.300 6
 France 3,00 31.200 10
 Canada 4,78 30.800 16

 

Primi 10 paesi in ordine di decessi per arma da fuoco:

Data per 100.000 residents Deaths x
Country Firearm deaths Firearms 100.000 firearms
 El Salvador 50,36 5.800 868
 Jamaica 47,44 8.100 586
 Honduras 46,70 6.200 753
 Guatemala 38,52 13.100 294
 Swaziland 37,16 6.400 581
 Colombia 28,11 5.900 476
 Brazil 19,01 8.000 238
 Panama 12,92 21.700 60
 Mexico 11,14 15.000 74
 Philippines 9,46 4.700 201

 

Primi 10 paesi in ordine di mortalità per ogni 100000 armi da fuoco:

Data per 100.000 residents Deaths x
Country Firearm deaths Firearms 100.000 firearms
 El Salvador 50,36 5.800 868
 Honduras 46,70 6.200 753
 Jamaica 47,44 8.100 586
 Swaziland 37,16 6.400 581
 Colombia 28,11 5.900 476
 Guatemala 38,52 13.100 294
 Brazil 19,01 8.000 238
 Lithuania 1,61 700 230
 Philippines 9,46 4.700 201
 Kyrgyzstan 1,01 900 112

 

Per chi è interessato a elaborare proprie statistiche, questo è il file di Excel: armi e mortalità.

Aggiornamento:

Su richiesta di Massimo Morelli ho modificato il file di Excel, aggiungendo alla tabella anche il GDP per paese, che ovviamente sembra molto più correlato alla mortalità da arma da fuoco: gdp armi e mortalità.

Tutti gli oggetti elettrici saranno connessi a internet

Per esempio, quando tutti gli oggetti elettrici di casa tua saranno connessi a internet, il loro consumo di corrente sarà negoziato di volta in volta con il contatore, che sarà anche lui connesso a internet, e con l’Enel.

Alla lavatrice dirai “lava entro domani alle otto”: lei aspetterà che il forno finisca prima di partire e prenoterà con l’Enel  il momento meno caro per lavare.

Risultato: verranno livellati i picchi sia del consumo che della produzione, con risparmi che potrebbero essere importanti. Tieni presente che la bolletta energetica italiana nel 2011 è stata di 60 miliardi di Euro, quindi ogni singolo punto percentuale risparmiato varrebbe ben 600 milioni di Euro.

Spannometricamente, un risparmio annuale del 5% basterebbe da solo in sette anni a ripagare i 20 miliardi di Euro necessari alla copertura in fibra ottica di tutta l’Italia.

Arduino: aprire 15 officine di innovazione in Italia

Massimo Banzi, padre di Arduino, lancia un progetto che mi piace tantissimo: trovare 10.000 persone disposte a metterci 100€ a testa, e mettere in piedi 15 Officine Arduino in 12 mesi.

Massimo, io ci sto. Facciamolo! Per esempio a Como ci sono enormi spazi non utilizzati nella ex Caserma De Cristoforis, una Officina Arduino ci starebbe benissimo.

Visualizzazione ingrandita della mappa