Workshop AWS

Oggi sono al workshop Amazon Web Services a Concorezzo, presso l’agriturismo La Camilla.  Provo a fare liveblogging sporadico delle poche cose che riesco a capire.

Cavalli al maneggio di primo mattino

Introduzione:

  • Definizione di Cloud Computing: informatica a consumo.
  • Elemento fondamentale: trust.
  • L’hardware richiede investimenti non progressivi, il Cloud Computing ha spese correnti invece di investimenti.
  • L’hardware è rigido, il Cloud Computing è elastico.
  • L’hardware è lento, il Cloud Computing è veloce (time to market)

Luca Dell'Oca illustra Amazon Web Services

Amazon:

  • 30% del fatturato sul Cloud
  • Leader del Public Cloud, ma c’è anche Private e Hybrid.
  • Azieda con maggiore esperienza (dal 2006).
  • Rilasci continui di novità: Beanstalk
  • Concorrenti: Rackspace in USA ma nessuno in Europa
  • A VMware mancava il self-provisioning
  • Calcolo: EC2
  • Storage: S3 (non relazionale)
  • Database: RDS (cluster MySQL)

Si passa alla pratica. Creo un account su Amazon e riscatto il voucher da 50$.

Nel frattempo Luca illustra i diversi servizi disponibili.

Mi chiede di installare le security credentials, ma adesso andiamo in pausa.

Vediamo il Calculator che permette di simulare i costi di AWS: http://calculator.s3.amazonaws.com/calc5.html.

Siamo pronti ad accendere la prima macchina, ma dobbiamo prima generare il certificato e la private key.

Vediamo la console amministativa di AWS.

S3 come deposito del contenuto statico di un sito. Mi scarico Cloudberry S3 Explorerer per accedere direttamente allo storage S3 e carico un file di Excel e lo rendo pubblico, e mi faccio anche i backup su S3 con Zmanda Cloud Backup (e torniamo al problema della banda di upload).

Pausa pranzo all'agriturismo La Camilla

Di ritorno dalla pausa pranzo si parla brevemente di Cloudfront e si passa al grosso: EC2.

Qui le cose da fare mi impegnano troppo, non riesco a starci dietro. Ho creato un server Windows 2008 a 64 bit con SQL Server, in configurazione large con disco da 30GB, di cui ho creato lo snapshot, e a cui ho aggiunto un secondo disco da 10GB.

Adesso vediamo l’autoscaling e il load balancing, gli allarmi e il Virtual Private Cloud.

Chiudiamo con gli script e la riga di comando: roba tosta ma di grande soddisfazione.

Uno dei tanti calessi in mostra all'agriturismo La Camilla

Share

3 pensieri su “Workshop AWS

  1. Pingback: AWS Workshop, buona la prima!

  2. Pingback: Tweets that mention Workshop AWS -- Topsy.com

  3. Che bella giornata.
    Ottima organizzazione, argomenti trattati in modo soddisfacente, con teoria e smanettamento live.
    Facciamo ancora.

I commenti sono chiusi.