In Italia ci sono circa 12.000 terremoti l’anno

Da inizio 2016 a oggi, in Italia ci sono stati quasi 8.000 terremoti, la maggior parte compresi tra magnitudo 1 e 2:

terremoti_magnitudo

Ogni giorno si registrano più o meno da 20 a 40 scosse, con alcune punte superiori a 60 scosse:

terremoti_giorno

Perugia, Macerata e Rieti sono le località più attive sismicamente. Queste sono le prime 20, con numero di eventi, magnitudo media e magnitudo massima nel 2016:

terremoti_città

Se escludiamo gli eventi di scala inferiore a 3, che di solito non vengono avvertiti dalla popolazione, Rieti e Perugia rimangono ai primi posti ma salgono in classifica le zone del Sud Italia, dove gli eventi sono meno frequenti ma più forti:

terremoti_forti

Per finire, questa è la distribuzione geografica dei terremoti in Italia. Ho incluso solo quelli di scala maggiore o uguale a 2, altrimenti la heat-map avrebbe tappezzato l’intero territorio e non sarebbe stata molto informativa:

terremoti_heat

Come sempre, il file di Excel (Terremoti vicino casa.xlsx) è disponibile su Dropbox.

Olimpiadi di Rio 2016: medaglie e popolazione

Guardando l’elenco delle medaglie delle Olimpiadi di Rio di questa mattina, e notando che i paesi sono ordinati in base al numero di ori, mi è venuta curiosità di provare ordini diversi.

Per esempio: attribuendo 3 punti per l’oro, 2 punti per l’argento e 1 punto per il bronzo, e ordinando per la somma pesata delle medaglie, queste sono le prime 10 nazioni: Stati Uniti, Gran Bretagna e Cina ai primi posti, Italia nona.

Rio2016weighted

Le stesse 10 nazioni possono anche essere ordinate per numero di abitanti diviso per la somma pesata, e la storia cambia: Australia, Gran Bretagna e Francia ai primi posti, Italia quinta.

Rio2016pop

Guardando invece tutte le nazioni con lo stesso ordine, queste sono le prime dieci:

Rio2016Poptot

Se ti vuoi divertire con un tuo ordine, ho condiviso il file (che è anche un bell’esempio di utilizzo della Power Query in Excel 2016) in Dropbox.

Firmare digitalmente un documento di Office 2016

Prima di tutto: la firma digitale serve a garantire al ricevente l’integrità del documento firmato, perché la firma si rompe nel momento in cui il documento viene modificato.

La procedura è molto semplice se possiedi una DIGITAL ID CARD, per esempio quella rilasciata dall’Estonia che per 50€ ci aggiunge anche il lettore USB:


Dopo aver installato e collegato la carta, e dopo aver salvato un file di Office (Excel 2016 in questo caso), apri la scheda Informazioni dalla barra File; dopo aver cliccato su Proteggi cartella di lavoro, scegli Aggiungi firma digitale.
Firma1

Si apre la finestra di dialogo Firma, dove puoi aggiungere ulteriori informazioni:
Firma2

Quando fai clic sul pulsante Firma, ti chiede il codice della firma digitale (PIN2):
Firma3

Dopo tre sbagli la carta si blocca; se invece hai inserito il codice giusto appare la finestra di conferma:
Firma4

A questo punto il documento non solo è stato firmato, ma è anche contrassegnato come finale per scoraggiarne la modifica:
Firma5

Quando riapri un documento firmato, un apposito messaggio compare in alto sotto la barra:
Firma9

Tutto qui. Facile e veloce.

Excel: un terremoto vicino a casa mia?

Nutri l’ansioso paranoico che è in te!

terremoti

Questo file di Excel prende i dati dal feed Atom (http://cnt.rm.ingv.it/feed/atom/all_week) del Centro Nazionale Terremoti e calcola la distanza dell’evento da casa mia, mettendo in evidenza quelli più vicini e quelli più forti.

terremoti

Inserisci nel foglio Casa la tua latitudine e longitudine e aggiorna il foglio (scheda Dati – Aggiorna tutto) per vedere le distanze da casa tua. La formula per calcolare la distanza tra due coordinate geografiche non è banale:

=RadiusEarth*((2*ARCSEN(RADQ((SEN((RADIANTI([@[ns2:lat]])-RADIANTI(Casa!$A$4))/2)^2)+COS(RADIANTI([@[ns2:long]]))*COS(RADIANTI(Casa!$B$4))*(SEN((RADIANTI([@[ns2:long]])-RADIANTI(Casa!$B$4))/2)^2)))))

(Tra parentesi, Excel 2016 è bello assai.)

Analisi delle ricerche su Wikipedia con R

Matteo Renzi (Wikipedia Italia) 2010-2015
Renzi_it

 

Giuseppe Civati (Wikipedia Italia) 2010-2015

Civati_it

 

Barack Obama (Wikipedia Italia) 2010-2015

Obama_it

Gianni Morandi (Wikipedia Italia) 2010-2015

Morandi_it

Occhio alle differenze di scala; e chissà se sei in grado di individuare le ragioni dei diversi picchi.

Tramite il sito stats.grok.se è possibile analizzare le statistiche di traffico degli articoli di Wikipedia, ma solo un mese alla volta.

Per fortuna c’è R, il linguaggio funzionale più amato dai quant, che con questo piccolo script ti permette di scaricare e di rappresentare graficamente un periodo qualsiasi per una chiave di ricerca qualsiasi in una qualsiasi lingua.

Come dire: Excel è fantastico, ma ha i suoi limiti.